Il potere dello spazio lasciato in bianco

Hai fatto caso a come i nostri occhi sono attratti da quelle pagine ed annunci pubblicitari con poco testo e con tanto spazio intorno? Ci dirigiamo direttamente su queste pagine e le leggiamo incuriositi. E’ un caso o un fatto premeditato a cura dei super esperti di marketing e pubblicità? Conosciamo già la risposta 😉

White-Space

 

Anche nella nostra vita vale lo stesso principio, come mi ha fatto riflettere questo articolo che leggevo questa mattina e che ho deciso di condividere. Mi riferisco alla nostra giornata tipo fittissima di impegni da non lasciarsi neanche il tempo per un respiro, ritrovandosi sistematicamente in arretrato.

Facciamo un passo indietro ed impariamo a costruire in modo più saggio le nostre giornate pianificando tempo indietro quei giorni e quelle fasce orarie da dedicare per ricaricare le pile, prendere un respiro e poter pensare lucidamente ai nostri obiettivi importanti, alla nostra crescita, a quelle decisioni che richiedono calma, riflessione e tempo.

Ecco 4 semplici passi per aiutarci a creare più spazio bianco nelle nostre giornate

1 . Diamo un occhiata seria a come è strutturata la nostra giornata. E’ bella fitta, vera? Non c’è spazio neanche per una pausa di riflessione! Allora che ne dici di programmare del tempo da dedicare a quei progetti importanti che vengono costantemente sacrificati per correre dietro le urgenze? Lavoriamo in anticipo e blocchiamoci dei momenti “bianchi” durante il giorno. Ne guadagneremo qualche minuto di respiro con un impatto enorme sulle prestazioni del resto della giornata .

2 . Non diciamo ” sì” a tutto e sempre, o almeno lasciamo dello spazio bianco anche se per dopo. È necessario creare e pianificare .

3 . Lasciamo tempo alla fine della vostra giornata per la pianificazione e la pulizia. Questo deve essere tempo sacrosanto, consideralo l’appuntamento più importante della giornata e fanne una priorità di ogni singolo giorno. Utilizzare questo tempo per richiamare le cose importanti della giornata, pulire la scrivania, vuota la casella di posta elettronica e, soprattutto , per il piano di domani. In questo modo, ci si potrà concentrare sulle cose e le persone della nostra vita durante il tempo libero senza distrazioni inopportune.

4 . Lasciamo andare il condizionamento psicologico del “fare tutto adesso”! In questo mondo frenetico è un pensiero perpetuo che è tra l’altro molto controproducente . Sembriamo tutti molto impegnati e ci sentiamo importanti nel fare chiamate, correndo a destra e manca. Anche se i nostri appuntamenti, riunioni e attività sono tutti molto importanti, tenere a mente il mantra “se tutto è importante , allora nulla è importante!”

Più bianco spazio significa una migliore qualità nei risultati che produciamo.

Così , la prossima volta che ti rendi conto che non hai avuto un secondo di fermarti e prendere un respiro…chiediti…quanto spazio bianco è nella mia giornata ? Proprio come nella pubblicità … il potere magico è nello spazio bianco !

Come è possibile aggiungere più spazio bianco nella nostra giornata ? Puoi lasciare un commento cliccando qui.

Chi ha tempo oggi?

Quasi tutti quelli che incontro si lamentano che non hanno abbastanza tempo. Non importa che lavoro facciano, quanto tempo spendano per recarsi al lavoro, per dedicarsi alla famiglia o ad altri impegni. La percezione diffusa è che il tempo non basti mai…e questo determina stress.

Eppure, come me, avrai riflettuto almeno una volta sul fatto che la tecnologia ed il progresso hanno inciso in modo determinante nel ridurre i tempi di trasporto, nel metterci in contatto con l’altro capo del mondo e comunicare, nel virtualizzare e velocizzare una serie di compiti che in passato richiedevano il recarsi di persona….tutto questo sembra non bastare. Siamo sempre più veloci e sempre più bisognosi di giornate più lunghe.

Questa mattina navigando sul web la mia attenzione è stata attratta da un articolo pubblicato sull’Huffingtonpost che associava Buddha a tecniche di time management e mi sono chiesta “che trovata è questa??!”….l’articolo riporta delle riflessioni utili

“Non è il tempo che ci manca, è la messa a fuoco, la consapevolezza e il senso delle priorità.
Dobbiamo svegliare noi stessi e realizzare che abbiamo tutto il tempo del mondo.

Sta a noi scegliere come usarlo.”

e 6 suggerimenti ai quali puoi ispirarti, sperimentarne una per volta e valutarne l’efficacia per migliorare la qualità della tua vita.

Riporto di seguito la traduzione/adattamento in Italiano delle tecniche riportare sull’Huffingtonpost

1. Sii consapevole

Ricordati di ricordare, ritorna al presente, non vivere nel passato o nel futuro! Vivi il momento. Concentrati, poni sempre attenzione e sii consapevole di quello che stai facendo attimo per attimo, non perderti i particolari.
Tutti dicono di voler rallentare e vivere in modo più naturale, più sano, ma chi sa come si fa veramente, chi è che possiede la pillola magica per la malattia “mancanza da tempo” ed è anche pronto ad assumerla? Il buddismo offre una buona dose di strumenti e tecniche, consigli e suggerimenti per guarire.

2. Trova te stesso prima che le cose catturino te

Annie Dillard ha scritto “il modo in cui trascorriamo i nostri giorni è il modo in cui trascorriamo la nostra vita“. La scelta è tua. Puoi imparare a ritrovarti prima che le cose trovino te catturandoti e intrappolandoti. Prova a metterti in pausa, fermati a pensare un secondo a tutto quello che fai, dici e pensi, prima di agire….mi raccomando, pensa senza esprimere giudizi. Domandati e valuta se preferisci:

  • fare una partita a Ruzzle o ridere con i tuoi bambini per 5 minuti?
  • guardare la replica televisiva di un telefilm che non ne vale la pena o trascorrere mezz’ora in meditazione?
  • navigare su Internet o sprofondare nel cuscino per trascorrere una notte di buon sonno?

Insomma, basta un attimo di lucida e consapevole attenzione per migliorare la qualità di ogni nostro minuto, ora, giorno e infine della nostre vite.

3. Cambia atteggiamento mentale

A volte ci vuole solo una semplice riformulazione del nostro atteggiamento mentale per cambiare la nostra vita. Si può coscientemente e intenzionalmente trasformare una noiosa routine in qualcosa di prezioso. Si può trasformare il tempo trascorso in macchina casa-lavoro-casa in tempo per fare esercizi di respirazione, tempo per riflettere su cose importanti e non urgenti, tempo da passare al cellulare (mi raccomando con l’auricolare e blutooth 😉 e salutare un caro amico con una telefonata.

Tutto ciò necessita di un piccolo aggiustamento nel modo in cui formuliamo le nostre esperienze e nel modo in cui le valutiamo. Si tratta del reframing. E’ facile, gratuito e straordinariamente gratificante.

4. Gestisci la rabbia

Imponi la tua coscienza ai pensieri, parole, azioni e reazioni interiori. Se qualcuno ti taglia la strada, fermati e lascialo andare, non farti prendere dalla rabbia e permettere a qualcun altro di rubare il tuo tempo. Questa semplice pratica di distacco sereno ed equilibrato può essere estremamente utile, perché ci libera dal rimorso, dalla rabbia e dal senso di colpa e libera in ultima analisi, il nostro tempo. E’ la gestione consapevole della rabbia e può essere applicato al trattamento di qualsiasi processo emozionale.

5.  Domandati se merita il tuo tempo 

Una domanda semplice, porsela ti aiuterà a convertire il tempo sprecato in tempo ben speso. Perché non risparmiare e investire tempo con la stessa attenzione che poniamo sul denaro? Del resto parliamo di una risorsa molto più preziosa e insostituibile!! Invece spesso lasciamo che il tempo scivoli via, lo sperperiamo, lo sprechiamo. Faremmo tutti bene a riconsiderare l’equilibrio tra le nostre reali esigenze e la semplice avidità o indulgenza. Quante volte diciamo di sì a qualcosa di cui non abbiamo bisogno? E’ giunto il momento di dire sì a noi stessi e di dire no con delicatezza a richieste irragionevoli e aspettative non nostre.

Il tempo può essere speso bene o male a secondo di come lo utilizzi. Guardare la tv o navigare su Internet per ore ci rende persone migliori o più felici?

Conoscere gli altri e il mondo è una conoscenza superficiale, conoscere se stessi è saggezza. Guardiamoci dentro e indaghiamo più in profondità.

6. Prenditi il tempo per creare tempo

Puoi avere tutto il tempo del mondo se presti attenzione a ciò che è più importante e deve essere fatto. Sii presente e con la piena intenzione di partecipare alla tua vita in modo attivo senza soffermarti troppo sul passato e il futuro.

Il tempo è un ottimo servitore, ma un cattivo padrone, devi prenderti del tempo per creare altro tempo, creando intenzionalmente un po’ di spazio nel ritmo incessante delle tue giornate da dedicare a focalizzare ciò che per te è davvero importante.

Lama Surya Das, autore di questi 6 suggerimenti dichiara di aver ottenuto grandi benefici da queste tecniche. Per quel che mi riguarda, alcune di queste tecniche fanno già parte del mio percorso di sperimentazione e di accrescimento di produttività delle mie giornate a vantaggio di una maggiore qualità della vita.

Ne ho già parlato in altri articoli dando a queste tecniche altri nomi.

Non esiste la formula perfetta per tutti e per ogni momento della nostra vita. Quello che posso consigliarti è di seguire un po’ il tuo istinto e di sperimentare per prima quelle tecniche che senti possano darti qualche vantaggio e via via integrare la tua vita con nuove tecniche….ti sorprenderai molto presto dei risultati 🙂

Lascia un commento e tienimi aggiornata sui tuoi progressi e sulle varianti che applichi alle tecniche di gestione del tempo.

…il tempo non ha prezzo! Soprattutto il TUO!

Prenditi una pausa dalle tue interruzioni!

Lo abbiamo già sperimentato un sacco di volte che proprio mentre ci stiamo per dedicare al nostro progetto…

  • Il tuo telefono squilla
  • Un collega entra nel tuo ufficio
  • Il tuo stomaco brontola reclamando uno spuntino
  • Accendi la TV
  • Decidi di fare solo una partitina al tuo gioco preferito
  • Controlli se ti sono arrivate delle mail o degli sms
  • Navighi su Internet

Ecco alcune delle cause più comuni di interruzioni. E’ vero, alcune sembrano inevitabili e fuori dal nostro controllo. Come puoi indirizzarle in modo efficace a netto beneficio del tempo da dedicare alle cose per te importanti? Rifletti sul fatto che queste azioni in realtà non sono così importanti da richiedere una interruzione in quello che stai facendo!

Provo a fornirti qualche indicazione utile e di facile attuazione che ha funzionato per me e potrà portarti beneficio:

  • PIANIFICA IL TUO TEMPO!

Definisci un lasso di tempo nel quale dedicarti in modo esclusivo al tuo obiettivo e non consentire a niente e nessuno di interromperti. Entra nella tua “zona del focus”! Definisci ad esempio che giovedì pomeriggio dedicherai 1 ora al tuo progetto, spegni il cellulare (o metti la suoneria in modalità silenziosa), chiudi la porta del tuo ufficio, avverti i colleghi che in quell’ora non puoi essere interrotto. Questo vale anche per i tuoi progetti personali: pianifica il tempo da dedicare a te e metti in chiaro in famiglia che durante questo tempo non potrai essere interrotto. Credimi, a parte il disagio iniziale, la cosa funziona e non è nenache così complicata come pensiamo.

 

  • SII CHIARO CON GLI ALTRI!

Prima di isolarti nella tua “zona del focus” parla in modo schietto e diretto con le persone che potrebbero interromperti. Comunica alla tua famiglia che potrai dedicarti a loro subito dopo. Dì al tuo amico del cuore che lo richiamerai in serata.
Ovviamente usando tatto e sensibilità! Vedrai capiranno. Esplicita che stai lavorando a qualcosa per te molto importante ed hai bisogno do concentrazione.

  • ISOLATI!

Difenditi dalle tentazioni non necessarie. Mentre sei focalizzato sul tuo progetto in piena “zona del focus” tieniti alla lontana dalla TV, dal cibo, dal tuo cellulare, dalla musica. Potrai dedicarciti dopo con maggiore gusto e senza la frustrazione derivante dall’aver perso tempo…sarà il tuo tempo libero che ti sei guadagnato lavorando in modo più produttivo e veloce.

Se pensi che questo articolo contenga infomazioni utili, lascia un commento o condividi l’articolo.

…il tempo non ha prezzo! Soprattutto il TUO!

Un segreto per controllare l’ansia da tempo!

  • Hai giornate piene zeppe di cose da fare?
  • A fine giornata ti trovi affatigato eppure non hai fatto tutto quello che ti eri prefissato?
  • Sei sopraffatto dalla percezione che non puoi controllare il tuo tempo?
  • Pensi di non riuscire a mantenerti centrato e focalizzato a lungo sui tuoi obiettivi?

Ebbene ti svelo un segreto: NON SEI SOLO!!!!!

Soffri della comunissima sindrome da “Ansia da Tempo“! Esserne consapevoli è già un passo avanti! Un altro passo avanti è sperimentare la soluzione ideata da Francesco Cirillo assai singolare: la tecnica del pomodoro concepita per aumentare la concentrazione e migliorare la gestione del tempo.

Occorrente:
Un timer tipo quelli da cucina (l’autore usa con uno a forma di pomodoro, da qui il nome della tecnica)
Carta e penna per segnare le “cose da fare” della tua TO DO List.

5 semplici step:

  1. Scegli una delle cose da fare
  2. Imposta il  pomodoro a 25 minuti (Il Pomodoro è il timer, io uso un timer dall’aria professionale che mi è stato regalato e che puoi trovare su amazon in vari colori)
  3. lavora senza distrazioni o interruzioni fino a che il Pomodoro non suona, dopo metti una spunta nel tuo foglio delle cose da fare
  4. Prenditi un piccolo break (5 minuti vanno bene)
  5. Ogni 4 pomodori prenditi una pausa un po’ più lunga

Lo so, è’ tremendamente semplice tanto da non farti avvertire immediatamente l’efficacia. PROVA e vedrai che risultati sorprendenti!!! Scoprirai come è possibile esaurire in 25 minuti cose che normalmente richiedono più tempo. Il trucco è: “focus” e “zero interruzioni”!
Quindi stop per 25 minuti a distrazioni e interruzioni (telefonate, letture di mail, rapida occhiata su facebook, caffè, visite di colleghi che ci chiedono un parere, …) e a tutto ciò che non è funzionale al nostro task.

Se la tecnica ti ha incuriosito e ne vuoi sapere di più visita il sito www.pomodorotechnique.

Fammi sapere se l’hai provata e ti ha dato benefici.

…il tempo non ha prezzo! Soprattutto il TUO!

Cambiare in 21 giorni e prendere una sana abitudine

La nonna mi ripeteva ossessivamente una mela al giorno leva il medico di torno. Sei stato anche tu vittima di questo tormentone sulle buone abitudini? In fondo in fondo già conosci cosa dovresti fare e cosa dovresti evitare per poter vivere una vita sana , felice ed in piena coerenza con i tuoi valori e le tue ambizioni.

Dovresti smettere di bere 18 caffè al giorno o di stare davanti al televisore così a lungo? E smettere di fumare? Oppure fare una passeggiata di almeno 20 minuti al giorno? Bere un litro e mezzo d’acqua? Scrivere il tuo diario ogni sera? …

Avverti il senso di fatica e frustrazione solo a parlarne, vero? Lo so, cambiare richiede tenacia, determinazione, tanto esercizio.

Forse ho la soluzione che fa per te! Si tratta di un validissimo nonchè semplice strumento a supporto della costruzione di una sana abitudine e/o dell’abbandono di una cattiva abitudine. Anni fa mi è stato consigliato da Luca un mio carissimo amico che non ne perde una in fatto di novità presenti su Internet. Si tratta del sito http://habitforge.com/

21 giorni con forgehabit

Ora concentrati su una nuova abitudine che potrebbe apportare un bel vantaggio all tua vita ….non porre limiti alla fantasia e al tuo ideale di vita felice o sana. Insomma decidi su cosa sfidare questa simpatica trovata!

Sandon Jurowskis, autore di habitforge sostiene che bastino 21 giorni per acquisire una nuova abitudine. Come funziona? Nulla di più semplice e soprattutto gratuito! E’ vero, è in lingua Inglese ma è superintuitivo.

Occorre iscrirversi, cliccando su “Sign up Free” fornendo un indirizzo mail

A questo punto occorre decidere l’abitudine che vuoi acquisire o perdere e riportarla nell’apposito box.Ti arriverà quindi una mail ogni giorno con la fatidica domanda:

Hi Mr. X! Were you successful yesterday at “tua abitudine”?

E tu dovrai rispondere cliccando tra YES e NO.Verrai collegato con una finestra che ti illustrerà per 21 giorni come state andando.

Io ne ho trovato giovamento… Spero accada lo stesso anche a te e di poter leggere presto la tua esperienza. Grazie habitforge! e grazie soprattutto alla mia adorata nonna che non c’è più (TVB).

Anche Stephen Covey ha scritto sul tema in modo magistrale nel suo libro “Le 7 Regole per Avere Successo“. Un libro che se non hai ancora letto ti invito a farlo per beneficiare di tanti punti utilissimi per migliorare la tua vita in diversi aspetti.

Il libro aiuta ad introdurre cambiamenti positivi nella tua vita partendo da una autovalutazione con l’obiettivo di introdurre dei comportamenti virtuosi per il raggiungimento di risultati personali.

L’ho trovato illuminante nella sua semplicità ed applicabile a tutte le sfere della vita. E’ assolutamente valido su chiunque e su qualunque situazione: dalla famiglia al lavoro, dalla vita di coppia alla tua crescita personale.

Nasce come libro manageriale, ma si lascia leggere con assoluta naturalezza e non ti annoierai per nulla!

Il libro si sofferma su cos’è un abitudine definendola come intersezione tra Conoscenza, Skill e Desiderio/Motivazione.

Non è possibile creare un’abitudine se non abbiamo questi 3 elementi. Stephen Covey rappresenta in modo assai efficace la necessità irrinunciabile di crescere come individui assumendosi impegni ed onorando le promesse fatte. Essere persone di successo significa essere disponibili a fare cose che altri non vogliono fare, significa ammettere le proprie debolezze ed i propri limiti in modo trasparente.

Il libro parla di tutto ciò e molto altro ancora…che mi auguro possiate presto apprezzare sempre che non lo abbiate già fatto 🙂

Spero che questo articolo possa averti fornito qualche spunto di riflessione utile, ho grande interesse per il tuo punto di vista. Lascia un tuo commento, lo apprezzerò molto!

…il tempo non ha prezzo! Soprattutto il TUO!

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti