Gestione del tempo: dove sbaglio?

 

Se sei anche tu un appassionato della settimana enigmistica, ti propongo un quesito della Susi: Ti sei mai preso del tempo per imparare a gestire il tempo? 😉

Cos’è un gioco di parole? 😉 No, è solo una constatazione di buon senso! Sai già che saper utilizzare il tuo tempo a tuo vantaggio ti aiuta ad ottenere di più e avere più tempo libero per il te. Avrai forse già intrapreso un percorso per organizzarti meglio le giornate ed avrai constatato che la maggior parte delle azioni quotidiane ha un impatto limitato. Invece bastano a volte 2 piccole azioni per fare la differenza con impatto significativo. E’ la legge dell’80/20 di Pareto.

“l’80% dell’effetto è prodotto dal 20% della causa”

Anche nel migliorare la gestione del tempo, ci innamoriamo di una o due tecniche e tralasciamo quelle che magari sono in grado da sole di fare l’80% dell’effetto o molto più.

A questo punto ti domanderai: “quali sono le competenze che devo affinare?”

E’ per questo che ho pensato di aiutarti con alcune semplici domande, tratte da un test di time management che ho trovato mesi fa su un sito americano di cui non ricordo il riferimento. Spero possano guidarti nel comprendere quali sono le competenze di gestione del tempo in cui vai già alla grande e quelle che invece che richiedono un ripasso 🙂

Via via che leggi le domande attribuisci il seguente punteggio:
A. sempre >> 4 punti
B. di solito >> 3 punti
C. talvolta >> 2 punti
D. Raramente >> 1 punto
E. Mai >> 0 punti

  1. Trovi il tempo per programmare le tue priorità ogni giorno?
    La creazione di una to-do list consente di creare una mappa della tua giornata. Del resto basti pensare come è possibile raggiungere una nuova destinazione senza avere una mappa??!?!?
  2. Rivedi criticamente gli obiettivi settimanale?
    Le situazioni cambiano e talvolta in modo considerevole. Perdere qualche minuto a settimana per rivedere gli obiettivi ed adattare il piano di lavoro in base alle situazioni che possono costituire una novità condizionante il nostro percorso non è soltanto utile, può in alcuni casi essere la svolta per non andare alla deriva.
  3. Ogni giorno ti concentri soprattutto sui compiti con priorità più elevata?
    Ci sono alcune persone che scelgono i compiti più facili da completare, invece di quelli più importanti…ma certamente tu non sei tra queste persone 😉
  4. Riesci a stimare quanto occorre per completare un compito?
    Avere piena consapevolezza di quanto tempo serve aiuta nel pianificare in modo efficace e a tenere sotto controllo gli sprechi di tempo che non ci consentono di far fede alle nostre stime e far bella figura con noi stessi 🙂
  5. Sai dire di “no” quando serve?
    Può capitare che dici “sì” a nuovi compiti e invece volevi dire “no”. Non è raro, con l’assumere troppi compiti contemporaneamente rischi non rispettare gli altri impegni. Impariamo a dire di no 🙂
  6. Durante il giorno sei super focalizzato e non vieni interrotto?
    Se mentre sei concentrato a fare un compito vieni interrotto dal telefono che squilla, da gente che piomba nella tua stanza, dal tuo desiderio irrefrenabile di consultare il tuo cellulare o pc e leggere i nuovi messaggi….beh, tutto questo non ti aiuta a gestire al meglio il tempo.
  7. Vivi con serenità ed equilibrio le tue scadenze?
    Se lo stress interferisce quando hai una scadenza, prova a pensare a come impostare in modo diverso le tue priorità per raggiungere i tuoi obiettivi.
  8. Anche per compiti difficili e di lungo periodo riesci a mantenere concentrazione e ritmo?
    Se invece sei troppo distratto ed irrequieto prova a scomporre in tappe più piccole il tuo percorso. Scomponi il tuo compito in componenti più piccole.
  9. Riesci a distinguere tra le priorità dei compiti, anche se per lo stesso obiettivo finale?
    Perché non proviamo a realizzare per primi quei compiti più difficili … il senso di appagamento e di leggerezza che otterrai ti farà sembrare più veloce il resto.
  10. Dai valore al mangiare bene ed al dormire a sufficienza?
    Mi dirai, ma che c’azzecca con la gestione del tempo? Non pensi che il benessere fisico e mentale possa aiutarci a funzionare al meglio, ad essere lucidi e concentrati? 🙂
 Il punteggio che potrai realizzare va da 0 a 40.
  • Da 30 a 40: congratulazioni!! Sei proprio un perfetto gestore del tempo dalle basi solide e magari hai anche inventato un tuo sistema di organizzazione dell giornate che potresti condividere con me ed i lettori di questo sito 🙂
  • Da 20 a 29: c’è qualcosa che sai già fare e ci sono attività che non fai per motivi a me ignoti. Un consiglio per te: Gradualmente spostati sulla maggiore frequenza dei comportamenti virtuosi che già applichi e inizia con il fare raramente e poi talvolta quello che non fai mai.
  • Da 1 a 19: ho una buona notizia per te: ci sono enormi margini di miglioramento. Comincia subito con introdurre alcune delle azioni suggerite dai quesiti e vedrai che risultati!
  • 0: non ci credo!!!! Se esisti fatti vivo, voglio conoscerti personalmente 🙂
Ecco la scheda stampabile per fare il tuo test

Istruzioni per l’uso: compila il test e conservalo riportando la data. Ripeti il test dopo 6 mesi e prova a correlare i tuoi risultati sul tempo ed i progressi fatti con il punteggio del test e tienimi aggiornata

…il tempo non ha prezzo! Soprattutto il TUO!

Un pensiero su “Gestione del tempo: dove sbaglio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *