Dov’è il mio tesoro?

pietra miracolosa

Un giorno un uomo venne a conoscenza dell’esistenza di una pietra dal potere miracoloso: una pietra color ocra in grado di trasformare qualunque metallo in oro! Decise quindi di mettersi in viaggio alla ricerca della pietra miracolosa.

Si cinse di una catena di ferro e si incamminò. Ogni volta che vedeva una pietra color ocra, la raccoglieva e la batteva sulla catena che gli cingeva la vita, ma non accadeva nulla. Il ferro rimaneva ferro.

Di certo non sarebbe stata una ricerca facile, ma non disperava. Passarono i giorni, poi le settimane, i mesi e così via. Dopo alcuni anni, era ancora alla ricerca della pietra miracolosa, raccoglieva, batteva e buttava via.

Mentre percorreva una strada della periferia di un paese, un ragazzo lo salutò cordialmente e gli chiese dove avesse acquistato quella bella catena d’oro che portava alla cintura. L’uomo confuso abbassò gli occhi sulla catena di ferro che portava in vita e … la catena di ferro era diventata d’oro!

Ma lui non si era accorto di quale tra i tanti sassi che aveva provato era stato quello che aveva prodotto l’alchimia!

Sei sicuro che non hai già trovato l’oro che cerchi? 😉

 

Mamma, cos’è la magia del 3 con 3 zeri?

L’altro giorno mi sono ritrovata ad avere un confronto interessante con un amico sull’importanza di avere talento, intelligenza e fattori genetici favorevoli per ottenere quello che vogliamo.

Questo mio amico sosteneva con grande convinzione che, senza queste doti naturali ed innate, non è possibile raggiungere il vero successo ed uscire dall’anonimato. Capirai che per una come me convinta che volere è potere, la posizione del mio amico ha suscitato tanto interesse soprattutto perché eravamo in presenza dei nostri figli.

Infatti mi sono chiesta che tipo di consegne di principi avrei voluto lasciare ai miei due bambini su come individuare e coltivare i propri talenti a sostegno dei propri progetti di vita. La sera mi sono imbattuta nella recensione su alcuni siti di un libro molto interessante che mi appresterò a leggere quanto prima “La trappola del Talento” di Geoffrey Colvin. Tra l’altro avrei piacere di confrontarmi con chi l’ha già letto 🙂

Colvin introduce l’esercizio intenzionale come strumento potentissimo. Dedicare tempo costantemente per un certo periodo ad un’abilità/attività consente di creare delle basi solidissime per costruire e conseguire quei risultati che di norma attribuiamo a doti innate.

Per renderlo comprensibile ai miei bambini mi sono fatta aiutare dal numero magico “3” con 3 zeri = 3000 🙂 un numero che consente di essere straordinari con qualsiasi abilità.

minion3

Cosa rappresenta il numero 3000? Sono le ore totali da dedicare alla pratica di una qualsiasi area della vita (sport, lingue straniere, abilità manuali, conoscenza di una materia, apprendimento di un mestiere, …)

Se per 4 anni dedico ogni giorno almeno 2 ore in questa pratica, pensa fra 4 anni come padroneggerò questo ambito.

E’ chiaro che questo esercizio è duro ….ma funziona! Garantito al 100%!  e se ci fermiamo un attimo ci vengono in mente tanti esempi che rappresentano la prova vivente di tutto ciò: Serhij Bubka, Airton Senna, Tiger Woods, …

A questo punto ti lascio con un quesito:

Dove vuoi essere fra 4 anni? Focalizzati su una o due cose e prendi ora una decisione, bloccala su un pezzo di carta, definisce in quale momento della tua giornata dedicherai il tempo per mettere in pratica la competenza che vuoi accrescere.

Credimi, ne vale la pena! Se vuoi avere una prova dell’efficacia di questo metodo ti propongo di usare un altro numero magico: 30  e di seguire le istruzioni dell’articolo Gestione del Tempo e dei risultati.

…il tempo non ha prezzo! Soprattutto il TUO!

Il potere dello spazio lasciato in bianco

Hai fatto caso a come i nostri occhi sono attratti da quelle pagine ed annunci pubblicitari con poco testo e con tanto spazio intorno? Ci dirigiamo direttamente su queste pagine e le leggiamo incuriositi. E’ un caso o un fatto premeditato a cura dei super esperti di marketing e pubblicità? Conosciamo già la risposta 😉

White-Space

 

Anche nella nostra vita vale lo stesso principio, come mi ha fatto riflettere questo articolo che leggevo questa mattina e che ho deciso di condividere. Mi riferisco alla nostra giornata tipo fittissima di impegni da non lasciarsi neanche il tempo per un respiro, ritrovandosi sistematicamente in arretrato.

Facciamo un passo indietro ed impariamo a costruire in modo più saggio le nostre giornate pianificando tempo indietro quei giorni e quelle fasce orarie da dedicare per ricaricare le pile, prendere un respiro e poter pensare lucidamente ai nostri obiettivi importanti, alla nostra crescita, a quelle decisioni che richiedono calma, riflessione e tempo.

Ecco 4 semplici passi per aiutarci a creare più spazio bianco nelle nostre giornate

1 . Diamo un occhiata seria a come è strutturata la nostra giornata. E’ bella fitta, vera? Non c’è spazio neanche per una pausa di riflessione! Allora che ne dici di programmare del tempo da dedicare a quei progetti importanti che vengono costantemente sacrificati per correre dietro le urgenze? Lavoriamo in anticipo e blocchiamoci dei momenti “bianchi” durante il giorno. Ne guadagneremo qualche minuto di respiro con un impatto enorme sulle prestazioni del resto della giornata .

2 . Non diciamo ” sì” a tutto e sempre, o almeno lasciamo dello spazio bianco anche se per dopo. È necessario creare e pianificare .

3 . Lasciamo tempo alla fine della vostra giornata per la pianificazione e la pulizia. Questo deve essere tempo sacrosanto, consideralo l’appuntamento più importante della giornata e fanne una priorità di ogni singolo giorno. Utilizzare questo tempo per richiamare le cose importanti della giornata, pulire la scrivania, vuota la casella di posta elettronica e, soprattutto , per il piano di domani. In questo modo, ci si potrà concentrare sulle cose e le persone della nostra vita durante il tempo libero senza distrazioni inopportune.

4 . Lasciamo andare il condizionamento psicologico del “fare tutto adesso”! In questo mondo frenetico è un pensiero perpetuo che è tra l’altro molto controproducente . Sembriamo tutti molto impegnati e ci sentiamo importanti nel fare chiamate, correndo a destra e manca. Anche se i nostri appuntamenti, riunioni e attività sono tutti molto importanti, tenere a mente il mantra “se tutto è importante , allora nulla è importante!”

Più bianco spazio significa una migliore qualità nei risultati che produciamo.

Così , la prossima volta che ti rendi conto che non hai avuto un secondo di fermarti e prendere un respiro…chiediti…quanto spazio bianco è nella mia giornata ? Proprio come nella pubblicità … il potere magico è nello spazio bianco !

Come è possibile aggiungere più spazio bianco nella nostra giornata ? Puoi lasciare un commento cliccando qui.

Cosa faccio quando il caffè non basta?

Come si fa a andare avanti quando proprio non ne hai voglia? Quando il livello di energia è così basso o ci si sente sopraffatti dalle mille cose da fare. Ecco 10 consigli per ottenere la motivazione e lo slancio necessario:

orso2

  1.  Dormi il giusto: il tuo corpo non può funzionare al meglio senza sufficiente riposo. Ognuno di noi ha bisogno di una diversa quantità di sonno, assicurati di ascoltare il tuo orologio biologico.
  2. Ricorda che il mattino ha l’oro in bocca: lavorare come al mattino di solito ha un effetto di risveglio del tuo livello di energia e dura per tutto il giorno.
  3. Smarca un paio di cose listate nella tua to do list: va bene anche si tratta di cose piccole o di semplice esecuzione, serve a sentirsi meglio 🙂
  4. Scrivi sul tuo diario qualcosa di positivo: tieni un diario settimanale sul quale tracciare tutto ciò che ti accade di positivo, cose di cui essere grati … rileggerlo nelle giornate NO ha un potere di ripresa incredibile. Provare per credere!!!
  5. Ascolta la tua musica preferita: avere una colonna sonora nella propria vita dà un’enorme carica.
  6. Invia un sms a qualcuno a cui tieni: il tuo messaggio farà aumentare il livello di energia a te ed al destinatario del tuo sms
  7. Respira profondamente: incamera po’ di ossigeno nel cervello e respira profondamente 10 volte . Sembra banale, pensa che la maggior parte delle persone si distraggono prima di raggiungere 10 respiri profondi
  8. Fai qualcosa che stai procrastinando da tempo: seleziona qualcosa che è nella tua to do list (o peggio non hai neanche scritto nella tua to do list) ed impegnati a farla e completarla subito. Vedrai che slancio ti darà!
  9. Parla con qualcuno che ti motiva: chiama qualcuno che ha il potere di incidere positivamente sul tuo umore, basta una breve chiacchierata
  10. Vai a fare una passeggiata: invece di sedersi in poltrona per ore e ore, facendo zapping con il telecomando, o magari a scambiare battute sui social network, tieniti in movimento! Una breve passeggiata, intorno all’isolato o anche in fondo al corridoio, ha il potere di riattivare energia utile.

Quando hai bisogno di una spinta, prova uno o più di questi suggerimenti. A volte, tutto quello che serve è una semplice azione.

Tu che stratagemmi usi? Lascia un commento con qualche altro consiglio che hai provato con effetti positivi.