Il potere dello spazio lasciato in bianco

Hai fatto caso a come i nostri occhi sono attratti da quelle pagine ed annunci pubblicitari con poco testo e con tanto spazio intorno? Ci dirigiamo direttamente su queste pagine e le leggiamo incuriositi. E’ un caso o un fatto premeditato a cura dei super esperti di marketing e pubblicità? Conosciamo già la risposta 😉

White-Space

 

Anche nella nostra vita vale lo stesso principio, come mi ha fatto riflettere questo articolo che leggevo questa mattina e che ho deciso di condividere. Mi riferisco alla nostra giornata tipo fittissima di impegni da non lasciarsi neanche il tempo per un respiro, ritrovandosi sistematicamente in arretrato.

Facciamo un passo indietro ed impariamo a costruire in modo più saggio le nostre giornate pianificando tempo indietro quei giorni e quelle fasce orarie da dedicare per ricaricare le pile, prendere un respiro e poter pensare lucidamente ai nostri obiettivi importanti, alla nostra crescita, a quelle decisioni che richiedono calma, riflessione e tempo.

Ecco 4 semplici passi per aiutarci a creare più spazio bianco nelle nostre giornate

1 . Diamo un occhiata seria a come è strutturata la nostra giornata. E’ bella fitta, vera? Non c’è spazio neanche per una pausa di riflessione! Allora che ne dici di programmare del tempo da dedicare a quei progetti importanti che vengono costantemente sacrificati per correre dietro le urgenze? Lavoriamo in anticipo e blocchiamoci dei momenti “bianchi” durante il giorno. Ne guadagneremo qualche minuto di respiro con un impatto enorme sulle prestazioni del resto della giornata .

2 . Non diciamo ” sì” a tutto e sempre, o almeno lasciamo dello spazio bianco anche se per dopo. È necessario creare e pianificare .

3 . Lasciamo tempo alla fine della vostra giornata per la pianificazione e la pulizia. Questo deve essere tempo sacrosanto, consideralo l’appuntamento più importante della giornata e fanne una priorità di ogni singolo giorno. Utilizzare questo tempo per richiamare le cose importanti della giornata, pulire la scrivania, vuota la casella di posta elettronica e, soprattutto , per il piano di domani. In questo modo, ci si potrà concentrare sulle cose e le persone della nostra vita durante il tempo libero senza distrazioni inopportune.

4 . Lasciamo andare il condizionamento psicologico del “fare tutto adesso”! In questo mondo frenetico è un pensiero perpetuo che è tra l’altro molto controproducente . Sembriamo tutti molto impegnati e ci sentiamo importanti nel fare chiamate, correndo a destra e manca. Anche se i nostri appuntamenti, riunioni e attività sono tutti molto importanti, tenere a mente il mantra “se tutto è importante , allora nulla è importante!”

Più bianco spazio significa una migliore qualità nei risultati che produciamo.

Così , la prossima volta che ti rendi conto che non hai avuto un secondo di fermarti e prendere un respiro…chiediti…quanto spazio bianco è nella mia giornata ? Proprio come nella pubblicità … il potere magico è nello spazio bianco !

Come è possibile aggiungere più spazio bianco nella nostra giornata ? Puoi lasciare un commento cliccando qui.

4 pensieri su “Il potere dello spazio lasciato in bianco

  1. <cara Pina ,lo spazio da dedicare agli amici e agli affetti si è ristretto in questi mesi !Sono in sofferenza per questo!!
    Grazie per queste isole di pensiero che ci offri!
    Un abbraccio grandissimo
    Silvana

  2. ciao cara Pina,
    è vero è fondamentale trovare questi spazi, che sembra nessuno riesca a concederci.
    Regolarmente mi trovo con cose da fare alle quali non sono ancora arrivata, anche controllare i compiti dei figli, altrimenti sembra non si sia un genitore efficace.
    Si vorrebbero invitare gli amici e mi sento dire: eh sì, però prima bisognerebbe mettere un po’ in ordine, cerco di non farmi coinvolgere troppo da questi commenti, ma in fondo, dopo che mi occupo di mille cose, da non chiedere tempo per qualcosa che mi interesserebbe, per non togliere tempo a quello che è rimasto da fare o lasciarmi andare alla stanchezza che mi prende, mi chiedo: ma ci sono solo io?
    Grazie per esserci, mi fa sentire compresa.
    Ciao, Chiara

    • Cara Chiara,
      le dinamiche quotidiane che descrivi sono molto comuni. Abbiamo tutti un’idea di come dovremmo essere, come dovremmo comportarci e questa idea la costruiamo senza sconti e senza indulgenza così che quando ci discostiamo scatta il senso di colpa. Non ho la bacchetta magica per risolvere questa situazione e mi permetto di fornirti qualche consigli che ho ricevuto tempo fa e che mi hanno portato beneficio:
      – alimentare se stessi ed il proprio benessere è essenziale per poter alimentare gli altri e le persone che ci stanno a cuore. Non possiamo offrire qualcosa che non abbiamo. Quante volte ci affanniamo a dare, dare, dare ….rimanendo a corto di energie. Quindi: dedica tempo ed energie a Chiara! Ne vale la pena per te e per gli altri!
      – una citazione per me molto potente: “Ho smesso di voler avere ragione. Ho scelto di essere felice”. Per essere felici e spensierati può anche darsi che ci venga detto che stiamo sbagliando e questo dovrebbe passare in secondo piano.
      – un mio caro amico napoletano, Mimmo, recita nei momenti di prossimità di tensioni, stress, ecc un mantra potentissimo “Futt’tinn!!” [trad. Non ci pensare]. Ha funzionato per lui e per tutti coloro che si sono ispirati a questa filosofia di vita
      Pianifica i tuoi spazi bianchi e non permettere a nessuno di portarteli via o di inquinarli con pensieri non positivi.
      A presto, Pina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *